Prevenire la Violenza nelle Relazioni: 4 step per vivere una Relazione Sana

Tabella dei Contenuti

Vivere una relazione sana è fondamentale per il benessere individuale e collettivo, eppure, troppo spesso, le dinamiche amorose si trasformano in un terreno fertile per la violenza, con conseguenze devastanti, soprattutto per le donne. Tuttavia nelle relazioni, la violenza non si manifesta solo attraverso atti fisici evidenti; spesso si cela dietro comportamenti subdoli come la violenza verbale, psicologica ed economica.

In questo articolo, esploreremo il tema della violenza nelle relazioni, identificando i campanelli d’allarme e fornendo strategie concrete per evitare la violenza e coltivare una relazione sana, rompendo il ciclo doloroso che troppo spesso si ripete. È un argomento importante alla luce dei dati preoccupanti dell’Istat, che indicano che il 13,6% delle donne ha vissuto una violenza fisica o sessuale da parte del partner o dell’ex partner. Cerchiamo insieme modi per interrompere questo ciclo doloroso di violenza per vivere relazioni sane.

La chiave per prevenire la violenza e vivere una relazioni sane? Prevenire!

La prevenzione attraverso un’educazione alle relazioni è la chiave contro la violenza. È possibile prevenire la violenza attraverso relazioni basate sul rispetto reciproco, l’educazione emotiva e la comunicazione aperta ed empatica. Scopriremo insieme come promuovere una relazione sana, lontana dal pericoloso abisso della violenza sulle donne.

prevenire la violenza nelle relazioni

Violenza emotiva: cos’è e come riconoscerla nelle relazioni

Parlando di violenza nelle relazioni, l’abuso emotivo o violenza psicologica è un fenomeno insidioso che porta spesso molta confusione, in quanto entriamo in una sorta di “zona d’ombra” delle relazioni in cui i confini tra ciò che è legittimo e ciò che non lo è sembrano essere labili e non facilmente riconoscibili.

Questo comporta atti volti a sminuire, manipolare e ferire deliberatamente il partner all’interno delle relazioni. Si tratta di una vera e propria violenza emotiva: gaslighting, insulti subdoli o espliciti, minacce, sarcasmo, ecc, qualsiasi comportamento è volto a rendere l’altra persona impotente e quindi anche facilmente manipolabile per i propri scopi.

Riconoscere questo tipo di violenza nelle relazioni può essere un processo doloroso, ma è fondamentale per prevenire la violenza Le vittime di abuso emotivo, nelle relazioni, spesso si sentono inferiori, inadeguate e impotenti.  Inoltre, nelle relazioni le critiche e le offese più o meno subdole del proprio partner, alla lunga, hanno effetti distruttivi sull’autostima della vittima e questo rende ancora più difficile accorgersi di questo tipo di violenza.

Un modo per capire se si è vittima di abuso emotivo o violenza psicologica all’interno delle proprie relazioni consiste nel monitorare le proprie emozioni.

Le vittime di abuso emotivo o violenza psicologica all’interno delle relazioni si sentono spesso:

  • Inferiore
  • Inadeguata
  • Insicura
  • Impotente
  • Spaventata
  • Ignorata
  • Umiliata
  • Isolata
  • Sottomessa

Il campanello d’allarme che ci dice di essere vittime di violenza psicologica o abuso emotivo nelle relazioni sono la presenza sistematica di frasi come “non riuscirai a fare mai nulla nella vita senza di me”; “faccio io, tu combini solo guai”; “sei stupida? Ti avevo detto di non farlo!”.

prevenire la violenza nelle relazioni

Controllo e Violenza: Come Prevenirli nelle Relazioni

La nostra cultura sulle relazioni d’amore è viziata da anni di discorsi, letteratura, filmografia, ecc., in cui atteggiamenti come la gelosia estrema e il possesso sono scambiati per manifestazioni di amore all’interno delle relazioni.

Naturalmente, una forma di gelosia sana esiste e nelle relazioni può essere fisiologica in quanto riguarda la paura che l’oggetto amato possa essere perduto; ma ci sono dei limiti entro la quale questa paura è ragionevolmente contenuta. 

La base per una relazione sana è costituita dal rispetto per l’autonomia e la libertà dell’altro, ciò vuol dire che comportamenti in aperto contrasto con questo, sono da considerare come potenzialmente dannosi ed essere un vero e proprio campanello d’allarme ad episodi di violenza fisica vera e propria all’interno delle relazioni.

La violenza nelle relazioni scaturisce da una dinamica del controllo che diventa centrale e si sviluppa tutta attorno alla personalità estremamente insicura (ma apparentemente grandiosa) del partner controllante: questo, infatti, ha il terrore di essere abbandonato dall’oggetto d’amore e per tenerlo legato a sé lo controlla e lo sottomette, cercando di colmare le proprie insicurezze.

Ecco, dunque, che all’interno delle relazioni si manifestano i seguenti comportamenti volti a scoprire e controllare le frequentazioni del partner, testare la sua sincerità, scoprire eventuali tradimenti:

  • Pedinamenti e appostamenti “a sorpresa”;
  • Continue chiamate e messaggi;
  • Richiesta di avvisare il partner ad ogni spostamento;
  • Richiesta di installare app per la geolocalizzazione del telefono;
  • Richiesta di non frequentare alcune persone che il partner percepisce come “dannose” o “pericolose”;
  • Richieste continue di rassicurazioni o messa alla prova circa il proprio amore o fedeltà;
  • Richiesta di rinunciare a degli hobbies o attività in cui lui non è presente;

Se si riscontrano questi comportamenti all’interno delle proprie relazioni bisogna fermarsi un attimo e rendersi conto coso che questi comportamenti sono dei veri e propri campanelli d’allarme che segnalano la presenza di relazioni potenzialmente tossiche che potrebbe sfociare in vera e propria violenza. Infatti, il partner che delude o fallisce a queste ed altre richieste controllanti, “scatena” l’ira del partner abusante, con liti violente dal punto di vista verbale ma anche fisico.

Schiaffi, spinte, insulti, calci, non devono mai essere tollerati: chi ama non ferisce deliberatamente, mai.

Ma come possiamo prevenire episodi di violenza nelle nostre relazioni?

Continua a leggere per scoprire come prevenire episodi di violenza nelle relazioni.

La violenza si combatte mettendo in pratica i 4 pilastri di una relazione sana. Questi pilastri, quando messi in pratica, non solo contribuiscono concretamente a prevenire la violenza, ma riducono anche significativamente il rischio di trovarsi coinvolte in relazioni dannose e abusive.

prevenire la violenza nelle relazioni

4 Pilastri per una relazione sana senza violenza

1. Comunicazione aperta ed empatica per relazioni senza violenza

Il primo passo per prevenire la violenza nelle relazioni è la costruzione di una comunicazione aperta ed empatica.

Questo processo inizia con l‘ascolto attivo, la promozione della comprensione reciproca e il mantenimento di un rispetto costante per il punto di vista dell’altro. Tale approccio mira a instaurare uno spazio sicuro all’interno delle relazioni, in cui entrambi i partner si sentano liberi di condividere pensieri e sentimenti senza timore di giudizio.

L’elemento chiave di questa dinamica all’interno delle relazioni è l’empatia, una capacità cruciale che permette di comprendere e condividere i sentimenti altrui. Questa qualità diventa il collante per una connessione emotiva profonda all’interno delle relazioni, contribuendo a creare un legame basato sulla comprensione reciproca e sulla solidarietà.

Questo tipo di comunicazione richiede un pizzico di vulnerabilità, ma è un segno di forza e fiducia nelle relazioni. Per coltivare una comunicazione aperta ed empatica nelle relazioni, è essenziale:

  • praticare l’ascolto attivo;
  • esprimersi in modo chiaro e rispettoso;
  • creare uno spazio sicuro in cui i partner si sentano liberi di aprirsi;
  • sviluppare l’empatia;
  • essere onesti;

Investire in una comunicazione aperta ed empatica rappresenta un passo fondamentale nella costruzione di una relazione sana e robusta senza violenza. Tale impegno non solo crea uno spazio sicuro per esprimere pensieri e sentimenti all’interno delle relazioni, ma contribuisce anche a instaurare un legame costruttivo e rispettoso tra i partner. In questo contesto, la prevenzione della violenza non è solo un obiettivo, ma diventa una conseguenza naturale della connessione profonda e consapevole che si sviluppa attraverso una comunicazione rispettosa e comprensiva nelle relazioni.

prevenire violenza nelle relazioni

2. Rispetto e consenso contro la violenza nelle relazioni

La costruzione di una relazione sana poggia sulla comprensione approfondita di due fondamentali pilastri: rispetto e consenso.

Il rispetto reciproco, fondamentale nel tessuto delle relazioni, fornisce la base solida su cui edificare un legame sano lontano dalla violenza. Harriet Lerner, autrice autorevole in materia, enfatizza l’importanza di questo elemento, sottolineando come esso favorisca un ambiente in cui entrambi i partner si sentono non solo valorizzati, ma anche ascoltati.

Il consenso, inteso come un accordo volontario che rispetta le preferenze di ciascun partner all’interno delle relazioni, contribuisce a consolidare ulteriormente la solidità del legame. Integrare il rispetto e il consenso nella vita quotidiana e nelle dinamiche relazionali richiede una pratica costante di ascolto attivo, comprensione e dialogo aperto.

Quando questi elementi sono presenti all’interno delle relazioni, la crescita sana della connessione diventa possibile, creando un terreno fertile per la prevenire la violenza e promuovere relazioni durature e rispettose. Queste relazioni sono caratterizzate dall’assenza di limitazioni alla libertà personale e da una reciproca assenza di tentativi di controllo e manipolazione.

prevenire violenza nelle relazioni

3. Educazione Emotiva per prevenire la violenza e Coltivare Relazioni Sane

L’educazione alla gestione delle emozioni emerge come un altro elemento chiave nel prevenire la violenza nelle relazioni. Secondo l’esperto Daniel Goleman, autore del libro “Intelligenza Emotiva“, sviluppare competenze emotive è cruciale per mantenere equilibrio e armonia all’interno delle relazioni.

L’obiettivo è riconoscere, comprendere e gestire le emozioni, riducendo il rischio di conflitti dannosi che possono appunto sfociare in episodi di violenza nelle relazioni. La consapevolezza emotiva è la prima tappa, seguita dalla capacità di esprimere e regolare i propri sentimenti in modo costruttivo all’interno delle relazioni. Al contrario, quando non si sa come comunicare la propria frustrazione, paura, insicurezza, spesso si tende a difendersi attaccando anche fisicamente l’altro sfociando poi in vera e propria violenza.

Integrare l’educazione emotiva nelle relazioni implica un impegno reciproco nel comprendere le emozioni di entrambi i partner, creando così uno spazio in cui la vulnerabilità è accolta e gestita con rispetto. Quando i partner sviluppano competenza emotiva, le relazioni diventano più resilienti e capaci di affrontare le sfide, contribuendo a prevenire situazioni di violenza attraverso una gestione costruttiva delle emozioni.

prevenire violenza nelle relazioni

4. Contro la violenza cerca supporto: non sei sola

Un aspetto cruciale nella prevenzione e contrasto degli episodi di violenza all’interno delle relazioni è la ricerca di sostegno all’interno della propria rete sociale, familiare e amicale. La violenza in ambito relazionale spesso si manifesta in contesti di isolamento, dove la vittima diventa vulnerabile e manipolabile.

L’isolamento può contribuire al mancato riconoscimento di relazioni abusive, specialmente quando si tratta di abuso emotivo. È importante comprendere che, nel caso di relazioni prolungate, le vittime possono trovarsi in uno stato di “impotenza appresa“, caratterizzato da un senso di paralisi emotiva che alimenta il ciclo della violenza all’interno delle relazioni.

Il dialogo con persone di fiducia consente di confrontarsi sulla natura delle relazioni, identificare dinamiche nocive e richiedere aiuto. È fondamentale ricordare che le vittime di violenza non possono “cambiare” il partner abusante, poiché entrambi i soggetti contribuiscono ai ruoli definiti all’interno delle relazioni.

La consulenza psicologica da parte di professionisti è essenziale, sia per i partner che si rendono conto della non salubrità dei propri comportamenti e dell’utilizzo della violenza come strumento per ottenere amore, sia per le vittime, offrendo un supporto necessario per affrontare e superare la situazione difficile.

I professionisti di SOS Relazioni sono da anni in prima linea contro la violenza sulle donne, attraverso l’impegno nel promuovere una cultura di educazione relazionale, indispensabile per prevenire comportamenti di violenza e stalking.

Se pensi di essere vittima di una relazione violenza o abusante ricorda: non sei sola.


Autore: Filomena P. Coach e Psicologa SOSRelazioni

Aree di interesse
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica: viene aggiornato senza regolarità e le pubblicazioni non sono da ritenersi periodiche in quanto a discrezione dell’autore. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001
Chi siamo

Siamo un team di oltre 90 persone, con sede operativa a Pesaro, nelle Marche, ed una presenza capillare sul territorio italiano grazie al nostro prezioso team di coach-psicologi, esperti relazionali e content producer.

Raccontaci
la tua storia

Clicca sul link qui sotto e scrivici in che modo possiamo esserti di aiuto, sarà per noi un piacere conoscerci e supportarti!